Borgo San Martino

Il quartiere Borgo San Martino è il quartiere medievale del Palio dei quartieri e rievoca gli anni che vanno dal 1350 al 1450. Sotto i colori giallo e blu, riporta alle atmosfere di quel tempo tutta la sua parte di città, ovvero la parte sinistra del centro storico, scendendo dalla torre del Campanaccio lungo via San Rinaldo, poi lungo Corso Vittorio Emanuele e via proseguendo, uscendo dalle due Porte, Porta San Francesco (Porta Vecchia) e Porta Nuova.

Fanno parte dei suoi vicoli gli splendidi portici di San Filippo, dove ha sede la Taverna, che culminano nella piazza dove si affaccia l'omonima chiesa, poi i lavatoi antichi, le mura medievali, le caratteristiche Via Fossatello o Via del Teatro, con le loro strettoie e scalette. Sono questi i luoghi che ogni anno, durante il Palio dei quartieri, tornano indietro nel tempo fino al Medioevo con la luce delle torce nei vicoli, botteghe artigiane, mercanti e scene di vita quotidiane, arricchite dalle animazioni teatrali, che ridanno vita per alcuni giorni ad una Nocera lontana da noi più di sei secoli.

 

Uno degli elementi caratterizzanti del quartiere è la Taverna, che si trova all’interno dei Portici di San Filippo e nell’omonima e contigua piazza. In questo luogo ricco di suggestioni storiche, si può gustare un menù di ispirazione antica, con piatti della tradizione nocerina.

 

Elemento imprescindibile di Borgo San Martino sono i suoi Tamburini. La rievocazione storica, infatti, prende il via al suono dei tamburi e il gruppo dei Tamburini apre ogni corteo storico. Sono ragazzi e ragazze che vestono i colori per incitare i contradaioli nella competizione. Ad affiancarli, negli ultimi anni, c’è il gruppo dei Baby Tamburini, giovanissimi contradaioli e nuove leve del quartiere.

 

Fra i gruppi storici che fanno parte del quartiere Borgo San Martino c’è quello degli atleti, che si allena per mesi in vista delle gare di Staffetta e Portantina. Tutti ragazzi, guidati da chi è stato atleta prima di loro, che si mettono in gioco nella competizione agonistica per far primeggiare i colori gialloblù.

 

Ma a lavorare durante tutto l’anno non è solo chi deve allenare la propria prestanza fisica, ma anche tutti quei contradaioli che si occupano della ricerca storica e gastronomica in vista della preparazione dei cortei storici, degli allestimenti teatrali nei vicoli e dei piatti d’epoca, oltre che della taverna. Gruppi che lavorano tutto l’anno per far sì che Borgo San Martino dia il meglio durante il Palio dei quartieri.

 

Direttivo

 

Fabio Pallotta: presidente; delega per il gruppo degli atleti

Sonia Biscontini: Vicepresidente, resp. cortei storici

Lamberto Fusi: Resp.cortei storici

Anna Micheli: segretario e tesoriere; settore taverna e cucina

Andrea Bonucci: resp. del gruppo atleti e strategie di gara

Massimo Micheli: resp. del gruppo atleti e strategie di gara

Mirco Moretti: resp. cortei storici; settore tamburini

Daniele Porzi: settore taverna e cucina

Stefano Gori: animazioni storiche

Carlo Riccetti: animazioni storiche

Massimo Coatantini: settore taverna e cucina